Tutti i testi  |  Ultimi pubblicati  |  Ultimi modificati  | Cerca | Archivio degli autori  | Ricevi il feed dei testi di Alidicarta.it  Feed Rss dei testiRegistrati come autore!

Il twitter degli autori

Caricamento twitter... (reload in caso di blocco)
Fai il login per twittare
mostra/nascondi twitter degli autori


7°parte di SETE NOTTURNA (Qualcosa di grosso)
Scritto da meex79
Categoria narrativa, genere
Scritto il 10/10/2017, pubblicato il 10/10/2017, ultima modifica il 10/10/2017
Letto 35 volte

Commenti (0) Riconoscimenti Condividi Altri testi di meex79 Codice testo: 1010201723622
  Attendere caricamento dei dati... (reload in caso di blocco)

Torna alla prima pagina 1/2 Pagina seguente


-Che...che significa?-
-Significa che abbiamo esaminato quei filmati molto attentamente, ma non siamo riusciti a trovare il momento in cui lei è arrivato in casa del signor Farnesi. Si vede, come ha potuto visionare anche lei, che ne esce scappando scioccato, ma è come se lei non fosse mai entrato. Allora, le spiegazioni che si possono dare, sono: O era lì dentro da più giorni, oppure è entrato da qualche altra parte, solo che non ci sono segni di forzature da nessuna parte.-
-Io...escludo la prima ipotesi. Ricordo che, nel tardo pomeriggio, dopo il lavoro, ero a casa della mia ragazza e poi... e poi non ricordo più niente. Ho dei flash di un messaggino, firmato da Umberto, ma se tento di ricordare, mi viene un'ansia fortissima che mi causa degli attacchi come quello di poco fa.-
-C'è solo una soluzione, allora. Farla vedere da uno dei nostri psicologi ipnotisti che possano aiutarla a ricordare. Nel frattempo, siamo costretti a trattenerla per qualche ora. Lo capisce questo, no?-
Non lo capisco, ma faccio cenno di sì con la testa. Non ho la forza di controbattere. E poi è solo per qualche ora, ha detto.
-Posso fare una telefonata, almeno?-
-D'accordo. Usi pure quel telefono, nell'ufficio lì di fronte.-
Mi avvento sul telefono e chiamo Eugenio. Dopo alcuni squilli che mi tengono appeso ad un filo di disperazione, finalmente risponde. Lo raccapezzo su tutto ciò che sta succedendo, chiedendogli se sa qualcosa.
-Mmm- Mugugna lui- Mi fai venire in mente dei discorsi a cui non davo peso.-
-Che discorsi?-
-Sai com'è Umberto, no? Quando parla dei suoi interessi, diventa un esaltato, straparla e un giorno...mi ha detto che stava lavorando su qualcosa. Qualcosa di grosso, diceva. Qualcosa che avrebbe cambiato il mondo per come noi siamo abituati a concepirlo. Ti ripeto, io non gli davo retta. Sai che fin da piccolo ha avuto sempre queste manie di grandezza, le sue idee stravaganti e fantascientifiche.-
-Sì, sì, ok, Eugenio, ma che t'ha detto.- Taglio corto io, guardando i poliziotti che dall'altro ufficio mi tengono d'occhio.
-Beh, mi ha parlato di un modo per...aprire portali.- Dice imbarazzato, come se parlasse di pornografia.
-Che significa "aprire portali", porca troia! Eugenio, sono in prigione, io, non fare il cazzo di reticente proprio adesso!- Lo scuoto io.
-Beh, scusami, è che io in queste cose sono un pesce fuor d'acqua! Parlava di altre dimensioni, realtà parallele, cose così, capisci?-
"Pesce fuor d'acqua". Già, dimenticavo che lui, ora, è uno di loro. Senza che io me ne renda neanche conto, comincio a singhiozzare al telefono.
-Ehi, Rino. Ehi. Non fare così. Sentirò un avvocato. Qualcosa faremo. Mi metto a cercare Umberto. Si sarà ficcato da qualche parte. Ti faccio scagionare.-
Io non riesco a smettere. Mi ero aggrappato disperatamente al mio amico. Ma poi lui ha detto "pesce fuor d'acqua". Non è mio amico. Non è mio amico, cazzo!
-Tutto bene, signor Gotti?- Irrompe il comissario nella stanza.
Faccio segno di sì e pian piano, i miei singhiozzi si calmano.
-Ora io ti devo salutare, Eugenio.-
-Va bene, Rino, ma non ti buttare giù...-
CLICK! Metto giù. Non riesco più ad ascoltarlo senza provare angoscia.
-Porta questo pesciolino nell'acquario.- Dice il commissario ad un agente.
"L'acquario". Anche questa parola ritorna. L'aveva detta Raffaele, sul lavoro. L'acquario...i pesci. Aspetta un momento! Mi è tornato, ora, in mente che la radio parlava del segno zodiacale dei pesci, che è il mio segno, mentre l'acquario è il segno zodiacale di Leda. Perciò, può c'entrare qualcosa la relazione con la mia ragazza con tutto quello che sta accadendo. Ma come?
Intanto la guardia, arrivati ad una cella, mi ci fa entrare e la richiude alle mie spalle, allontanandosi e lasciandomi alle mie catene associative di pensieri.
Sembra assurdo pensare che possa c'entrare qualcosa l'oroscopo, ma bisogna pure ammettere che si tratta di una coincidenza di non poco conto. E poi quei discorsi assurdi che mi ha fatto Eugenio al telefono. E soprattutto, dov'è finito Umberto? E come cavolo è che io ero lì da lui e non si capisce come ci sia arrivato? Non mi ricordo nulla. L'ultimo ricordo è a casa di Leda e poi quel misterioso messaggino. Oltrettutto cos'è che mi ha spaventato così tanto a casa di Umberto, per farmi scappare in quel modo?
Ripercorro l'assurda giornata, cercandovi degli indizi, qualche particolare che mi possa aiutare, ma niente. Oltretutto, non posso fidarmi di nessuna cosa che mi sia stata detta, poichè tutti, anche i poliziotti, fanno parte di questi esseri che hanno invaso la città, forse il mondo intero. Possibile che sia rimasto solo io? Che strana congiura è? E con quale fine? Se mi vogliono sopraffare che cosa aspettano? Sono in tanti ed io da solo. Sarebbe uno scherzo per loro!
-Signor Gotti- Si avvicina una guardia- E' arrivato lo psicologo.-
Un brivido mi passa per la schiena. E'arrivato il momento di ricordare tutto, forse. Ho una gran paura.

Torna alla prima pagina 1/2 Pagina seguente



Menu

Home Page
Iscriviti gratis
Iscriviti alla newsletter
Scrivi il tuo testo
I testi segnalati
Richieste di commento
Archivio articoli e notizie
Forum
Cerca


Pubblicità








Su di noi
- Chi siamo
- Il nostro progetto
-
Termini e condizioni di utilizzo
- Pubblicità
-
Riconoscimenti

Strumenti
- Collabora con Alidicarta.it
- Feed RSS dei testi di Alidicarta.it
- Bottone Alidicarta.it per la Google Bar
- Alidicarta.it su Facebook
- Press kit
Help
- Contatta lo staff
- Regolamento
- Copyright

© 2001-2017   - Layout, grafica e contenuti sono protetti da diritto d'autore - Vietata la riproduzione - PI:02102630205
Link esterni:
idee regalo | www.codicesconto.com | | Hosting www.dominiando.it