Cari autori, stiamo riscontrando problemi con l'invio delle email dal sito. Al momento sono quindi sospesi gli invii email delle notifiche di commenti e testi. Nel caso non riceviate l'email di conferma di iscrizione, potete scrivere a staff@alidicarta.it per la conferma manuale.




Ultimi pubblicati  |  Ultimi modificati  | Cerca un testo | Archivio degli autori  | Ricevi il feed dei testi di Alidicarta.it  Feed Rss dei testiRegistrati come autore!

Il twitter degli autori

Caricamento twitter... (reload in caso di blocco)
Fai il login per twittare
mostra/nascondi twitter degli autori


L'incoscienza di un mondo vecchio
Scritto da Claudio51
Categoria: Poesia - Altro
Scritto il 10/10/2018, Pubblicato il 10/10/2018 22.51.15, Ultima modifica il 10/10/2018 22.51.15
Codice testo: 10102018225114 | Letto 75 volte

Attendere caricamento dei dati...(reload in caso di blocco)

Torna alla prima pagina 1/4 Pagina seguente


C'è un giorno nel quale
sarei voluto fuggir
dai fantasmi della mia stoltezza
che m'infondevano parole scellerate.
C'è un giorno nel quale
sarei voluto restar per combattere
le ombre maligne
che oscuravano il mio cuor.

C'è un giorno nel quale
sarei voluto morire
esasperato da l'ingiustizia
perpetrata da gente corrotta
e ignobile
che non si fa scrupoli
a far vivere
le proprie convenienze
calpestando i diritti e l'onestà
di bravi cittadini dediti al lavoro
e alla famiglia,offesi
nella propria dignità,
ma non ho dato ascolto alla mia depressione
bastonata dai bastonatori della depressione
e alla mia ira che propinava l'odio,
la vendetta contro la falsa misericordia
che ha preso di ciò che voleva donare,
che ha offeso ciò che voleva amare...
Allora ho chiuso gli occhi
e ho contato fino a cento
per calmar la mia ira e il mio sgomento.
Ho cercato di veder il lato buono
di ogni nefandezza
e ripartir da esso per rivelar ogni stoltezza,
per vedere di ristabilir un ordine confuso
che mischiava il pianto col sorriso.
un ordine alterato
che mischiava il presente col passato,
un ordine irrequieto
che non vuole porgere l'altra guancia
ma lottar con lucidità e veemenza...
che non vuol porger l'altra guancia a l'offesa

Torna alla prima pagina 1/4 Pagina seguente



Menu

Home Page
Iscriviti come autore
Scrivi il tuo testo
Forum
Cerca


Pubblicità

Su di noi

Strumenti

Help

© 2001-2018 - Layout, grafica e contenuti sono protetti da diritto d'autore
Vietata la riproduzione - PI:02102630205 Hosting www.dominiando.it