Cari autori, stiamo riscontrando problemi con l'invio delle email dal sito. Al momento sono quindi sospesi gli invii email delle notifiche di commenti e testi. Nel caso non riceviate l'email di conferma di iscrizione, potete scrivere a staff@alidicarta.it per la conferma manuale.




Ultimi pubblicati  |  Ultimi modificati  | Cerca un testo | Archivio degli autori  | Ricevi il feed dei testi di Alidicarta.it  Feed Rss dei testiRegistrati come autore!

Il twitter degli autori

Caricamento twitter... (reload in caso di blocco)
Fai il login per twittare
mostra/nascondi twitter degli autori


“Un Capo di Stato-Maggiore Democratico”
Scritto da Gallimaco
Categoria: Opinione
Scritto il 01/11/2018, Pubblicato il 01/11/2018 14.05.57, Ultima modifica il 01/11/2018 14.05.57
Codice testo: 111201814557 | Letto 25 volte

Attendere caricamento dei dati...(reload in caso di blocco)

1/1

“Un Capo di Stato-Maggiore Democratico”
Il Generale Armando Diaz, quando prese il posto di Cadorna, instaurò un diverso tipo di Comando. I Soldati, infatti, con lui si sentirono davvero valorizzati prima di tutto come Persone e poi come Militari. Egli, in altre parole, fece in modo che i Generali Italiani fossero davvero vicino ai loro Sottoposti che ne capissero realmente le molte esigenze. Un metodo, questo, che coinvolse, ovviamente, anche tutti gli altri graduati dell’Esercito Italiano e che arrivò a coinvolgere pure la Figura del Re che stette molto di più al Fronte. Il nostro protagonista inoltre, a differenza del suo predecessore, ascoltava i Consigli dei suoi subalterni e infine valorizzò l’Istituzione della “Casa del Soldato” in cui gli uomini potevano imparare qualche Sport come il Calcio.
Antonio Aroldo




1/1



Menu

Home Page
Iscriviti come autore
Scrivi il tuo testo
Forum
Cerca


Pubblicità

Su di noi

Strumenti

Help

© 2001-2018 - Layout, grafica e contenuti sono protetti da diritto d'autore
Vietata la riproduzione - PI:02102630205 Hosting www.dominiando.it