Cari autori, stiamo riscontrando problemi con l'invio delle email dal sito. Al momento sono quindi sospesi gli invii email delle notifiche di commenti e testi. Nel caso non riceviate l'email di conferma di iscrizione, potete scrivere a staff@alidicarta.it per la conferma manuale.




Ultimi pubblicati  |  Ultimi modificati  | Cerca un testo | Archivio degli autori  | Ricevi il feed dei testi di Alidicarta.it  Feed Rss dei testiRegistrati come autore!

Il twitter degli autori

Caricamento twitter... (reload in caso di blocco)
Fai il login per twittare
mostra/nascondi twitter degli autori


Nut la dea del cielo
Scritto da Ladrone
Categoria: Altro
Scritto il 12/10/2018, Pubblicato il 12/10/2018 00.02.29, Ultima modifica il 12/10/2018 00.02.29
Codice testo: 121020180229 | Letto 52 volte

Attendere caricamento dei dati...(reload in caso di blocco)

1/1

Nut era la dea del cielo, sorella e sposa di Geb, madre di Osiride, Iside, Seth e Nefti. La dea che ingoiava il sole al tramonto e lo partoriva al mattino, è stata raffigurata come una donna gigante che sosteneva il cielo sulla schiena. Il suo corpo era blu e coperto da stelle. Essa apparteneva alla Enneade di Eliopoli (oggi Tell Hist, un sobborgo de Il Cairo).
Nut è sempre stata vista come un’amica e protettrice dei morti ed essi andavano da lei per cibo, aiuto e protezione, come un bambino va a sua madre.
L’abitazione di Nut era il sicomoro e si trovava a Heliopolis; i suoi rami sono diventati un luogo di rifugio per le anime stanche. Accanto a un sicomoro, assicura la tradizione, la Vergine Maria si sedette e riposò durante il suo viaggio in Egitto.
In tempi più recenti, i sacerdoti di Dendera hanno sostenuto che Nut era a casa nella sua città quando ha dato alla luce Iside.

Tanobago
Gutta cavat lapidem (La goccia scava la pietra)

1/1



Menu

Home Page
Iscriviti come autore
Scrivi il tuo testo
Forum
Cerca


Pubblicità

Su di noi

Strumenti

Help

© 2001-2018 - Layout, grafica e contenuti sono protetti da diritto d'autore
Vietata la riproduzione - PI:02102630205 Hosting www.dominiando.it