Cari autori, stiamo riscontrando problemi con l'invio delle email dal sito. Al momento sono quindi sospesi gli invii email delle notifiche di commenti e testi. Nel caso non riceviate l'email di conferma di iscrizione, potete scrivere a staff@alidicarta.it per la conferma manuale.




Ultimi pubblicati  |  Ultimi modificati  | Cerca un testo | Archivio degli autori  | Ricevi il feed dei testi di Alidicarta.it  Feed Rss dei testiRegistrati come autore!

Il twitter degli autori

Caricamento twitter... (reload in caso di blocco)
Fai il login per twittare
mostra/nascondi twitter degli autori


La copia del duemila
Scritto da gabrielevacca34
Categoria: Altro
Scritto il 12/03/2018, Pubblicato il 12/03/2018 08.18.43, Ultima modifica il 12/03/2018 08.18.43
Codice testo: 123201881843 | Letto 89 volte

Attendere caricamento dei dati...(reload in caso di blocco)

1/1

La copia del duemila
s' incazza facilmente
anche per un nonnulla:
vivacchia insoddisfatta
e ogni vincolo annulla
finché non è separata.

Complice e civettuolo
dell'incontro casuale
fu un fior di primavera
che spuntò tutto solo
nel verdissimo parco
dell'affollata riviera:
lui lo colse con garbo
annusando il profumo
poi lanciava il bocciolo
sulla vivace schiera
di fanciulle svagate
e una lo colse al volo.

Quanta gioia nel cuore
già dal primo momento
che scoccò la scintilla
del loro grande amore:
"giuro di amarti sempre
senza un solo lamento"
esordirono in coro
con un gioioso accento.

S'incontravano spesso
pure due volte al giorno
coltivando il successo
di un amore profondo
che veniva concesso
dal fattore del mondo
agevolando l'ingresso
a un avvenire giocondo.

Attendevano ansiosi
quel fatidico giorno:
ormai tutto era pronto
per i giovani sposi
e dal profondo del cuore
si scambiaron le fedi
ed un bacio d'amore
amicando gioiosi.

Cominciaron gli screzi
dopo il viaggio di nozze
e seguivan le bizze
con un po' d'imbarazzo:
rimanevano in lizza
per le cose più pazze
aggiungendo una pezza
a un rapporto che puzza
dilatando le pozze
nel limitato spiazzo
e annullando le bozze
dell'importante scazzo.* *scazzo= problema

E continua l'andazzo
con i mordaci frizzi
e la nuda incertezza
di una copia già vizza.

Dire t' amo non basta
bisogna avere fede
e trovar la risposta:
con la forza rimasta
scacciar via la tempesta
educando la testa
a vedute più vaste
annullando il rancore
per volersi più bene
conquistando l'amore
e la reciproca intesa
per la sopportazione.

1/1



Menu

Home Page
Iscriviti come autore
Scrivi il tuo testo
Forum
Cerca


Pubblicità

Su di noi

Strumenti

Help

© 2001-2018 - Layout, grafica e contenuti sono protetti da diritto d'autore
Vietata la riproduzione - PI:02102630205 Hosting www.dominiando.it