Cari autori, stiamo riscontrando problemi con l'invio delle email dal sito. Al momento sono quindi sospesi gli invii email delle notifiche di commenti e testi. Nel caso non riceviate l'email di conferma di iscrizione, potete scrivere a staff@alidicarta.it per la conferma manuale.




Ultimi pubblicati  |  Ultimi modificati  | Cerca un testo | Archivio degli autori  | Ricevi il feed dei testi di Alidicarta.it  Feed Rss dei testiRegistrati come autore!

Il twitter degli autori

Caricamento twitter... (reload in caso di blocco)
Fai il login per twittare
mostra/nascondi twitter degli autori


DALL'ALTRA PARTE
Scritto da Yidaliren
Categoria: Altro
Scritto il 13/01/2018, Pubblicato il 13/01/2018, Ultima modifica il 10/02/2018
Codice testo: 13120180564 | Letto 315 volte

Attendere caricamento dei dati...(reload in caso di blocco)

Nota dell'autore Yidaliren:
DALL'ALTRA PARTE

Torna alla prima pagina 1/3 Pagina seguente


DALL'ALTRA PARTE


Mi viene sempre l'ansia davanti questo pallone,
proprio ogni volta che devo tirare un rigore,
sugli spalti un ragazzo in carrozzina mi guarda,
penso abbia seguito tutta la partita,
intanto sbaglio l'effetto,
la palla va fuori e i miei compagni di squadra si trasformano in professori,
ma che sarà mai un semplice errore,
e poi mica faccio l'allenatore.

Cammino verso casa e poi guardo la luna,
non so se è l'impressione ma sembra sempre più scura,
apro la porta e sento "Paolo vieni quà!",
la cena è pronta vai a chiamare papà,
non capisco perchè la sera passi così in fretta,
il ripetersi del giorno in una valigia troppo stretta.
E' mattina e la giornata non inizia tanto bene,
la pioggia batte forte e assale le ringhiere,
mio padre dice sempre "non aspettarti mai niente quando chiedi qualcosa",
e nel frattempo la giornata è diventata pure ventosa.

Finalmente arrivo a scuola,
perchè quel giorno non ne vedevo davvero l'ora,
un mio amico mi vede attraversare,
stramazzare al suolo e poi urlare.

2 ANNI DOPO ...

Ciao a tutti, mi chiamo Paolo,
ho 19 anni e sono sulla sedie a rotelle da due.
Mi hanno iniziato subito a tranquillizzare,
dicendo che potevo migliorare,
di non preoccuparmi,
perchè loro ci sarebbero stati sempre,
ma la paura premeva forte nelle tempie.

Ricordo ancora gli occhi gialli che mi hanno investito,
poi il nero totale,
ora do importanza a ciò che prima era banale.

Torna alla prima pagina 1/3 Pagina seguente



Menu

Home Page
Iscriviti come autore
Scrivi il tuo testo
Forum
Cerca


Pubblicità

Su di noi

Strumenti

Help

© 2001-2018 - Layout, grafica e contenuti sono protetti da diritto d'autore
Vietata la riproduzione - PI:02102630205 Hosting www.dominiando.it