Cari autori, stiamo riscontrando problemi con l'invio delle email dal sito. Al momento sono quindi sospesi gli invii email delle notifiche di commenti e testi. Nel caso non riceviate l'email di conferma di iscrizione, potete scrivere a staff@alidicarta.it per la conferma manuale.




Ultimi pubblicati  |  Ultimi modificati  | Cerca un testo | Archivio degli autori  | Ricevi il feed dei testi di Alidicarta.it  Feed Rss dei testiRegistrati come autore!

Il twitter degli autori

Caricamento twitter... (reload in caso di blocco)
Fai il login per twittare
mostra/nascondi twitter degli autori


La creazione
Scritto da gabrielevacca34
Categoria: Altro
Scritto il 13/03/2018, Pubblicato il 13/03/2018 10.30.36, Ultima modifica il 13/03/2018 10.56.01
Codice testo: 1332018103035 | Letto 174 volte

Attendere caricamento dei dati...(reload in caso di blocco)

Torna alla prima pagina 1/3 Pagina seguente


Quando l'aveva creato
Dio, il pianeta terrestre
l'aveva tutto abbellito
con piante ornamentali
ed altre di alto fusto:
aveva inoltre piantato
le piantine da frutto
dalle forme più strane
dai colori vivaci
e di eccellente gusto.

Non vi erano montagne
e neppure colline
ma un'immensa pianura
senza nessun confine:
vi era, aria fresca e pura
come su valli alpine
dove ancor la natura
plasma verdi campagne.

Vi era un punto appartato
in quel sito campestre
tutto ben profumato
da oleandri e ginestre:
ad un lato ombreggiato
da una pianta silvestre
e nel tratto assolato
un laghetto cilestre:
e l'aveva chiamato
paradiso terrestre.

Avea pure creato
degli esseri vitali
che brucavan l'erbetta
e le morbide foglie
dalle piante di gelso:
bocconcini ideali
per appagar le voglie
dei vivaci animali.

Torna alla prima pagina 1/3 Pagina seguente



Menu

Home Page
Iscriviti come autore
Scrivi il tuo testo
Forum
Cerca


Pubblicità

Su di noi

Strumenti

Help

© 2001-2018 - Layout, grafica e contenuti sono protetti da diritto d'autore
Vietata la riproduzione - PI:02102630205 Hosting www.dominiando.it