Cari autori, stiamo riscontrando problemi con l'invio delle email dal sito. Al momento sono quindi sospesi gli invii email delle notifiche di commenti e testi. Nel caso non riceviate l'email di conferma di iscrizione, potete scrivere a staff@alidicarta.it per la conferma manuale.




Ultimi pubblicati  |  Ultimi modificati  | Cerca un testo | Archivio degli autori  | Ricevi il feed dei testi di Alidicarta.it  Feed Rss dei testiRegistrati come autore!

Il twitter degli autori

Caricamento twitter... (reload in caso di blocco)
Fai il login per twittare
mostra/nascondi twitter degli autori


Verso una Nuova Letteratura: INTRODUZIONE
Scritto da Mauro91
Categoria: Opinione
Scritto il 14/10/2017, Pubblicato il 14/10/2017, Ultima modifica il 14/10/2017
Codice testo: 141020179529 | Letto 281 volte

Attendere caricamento dei dati...(reload in caso di blocco)

1/1

La letteratura di ogni tempo, intesa come narrativa, poesia, teatro, nonché in qualsiasi altra forma in cui essa si presenta, ha sempre avuto come scopo il mettere in risalto una parte della cultura e della società dell’epoca e del luogo in cui gli autori vivevano. Ciò significa che si riflettevano in essa le cose migliori, ma soprattutto i problemi, i fatti negativi che accadevano o si ripetevano nel tempo in cui ogni componimento veniva pensato e poi prodotto. Si può quindi affermare che la letteratura fosse una sorta di valvola di sfogo per ciò che non andava in quel determinato periodo storico, nonché desse voce ai problemi del popolo: il popolo inteso come la gente comune, cittadino medio con i propri problemi e le proprie preoccupazioni. Oppressioni da parte di potenti o di stranieri, conseguenze di una guerra o di battaglie civili e sociali, cambiamenti dovuti allo sviluppo tecnologico e/o scientifico hanno indotto, come già accennato in precedenza, molti intellettuali e artisti a denunciare, nelle proprie opere ciò che nella società in cui vivevano non andava per nulla bene, o fosse anche in contrasto con gli ideali di libertà ed uguaglianza tra le persone, senza distinzioni.
Ma da un po’ di anni ad oggi non è più così. È vero che la letteratura viene ancora studiata, e ciò è solo che un bene, mettendo in risalto ciò che è degno di rispetto: ogni opera, come ogni intellettuale, deve essere rispettato, ma viene studiato solamente ciò che ha fatto,e farà, la storia. Vi sono infatti opere molto interessanti ma che vengono ritenute “Inferiori” rispetto ad altre, e quindi tralasciate dai programmi di studio. Ma, tornando a noi, oltre allo studio scolastico, la letteratura è considerata ben poco: ciò è dovuto, a mio parere, a un decadimento generale dell’interesse delle persone verso tutte le arti. Ed è così che, seppur lentamente, anche la letteratura, la cultura letteraria e la voglia di mettersi in gioco stanno decadendo: non ha più l’importanza di una volta.
Ed in mondo come quello che stiamo vivendo, la letteratura e le arti in generale, soprattutto con il ruolo della denuncia sociale, dovranno tornare ad avere un ruolo centrale nella vita culturale della nostra società.

1/1



Menu

Home Page
Iscriviti come autore
Scrivi il tuo testo
Forum
Cerca


Pubblicità

Su di noi

Strumenti

Help

© 2001-2018 - Layout, grafica e contenuti sono protetti da diritto d'autore
Vietata la riproduzione - PI:02102630205 Hosting www.dominiando.it