Cari autori, stiamo riscontrando problemi con l'invio delle email dal sito. Al momento sono quindi sospesi gli invii email delle notifiche di commenti e testi. Nel caso non riceviate l'email di conferma di iscrizione, potete scrivere a staff@alidicarta.it per la conferma manuale.




Ultimi pubblicati  |  Ultimi modificati  | Cerca un testo | Archivio degli autori  | Ricevi il feed dei testi di Alidicarta.it  Feed Rss dei testiRegistrati come autore!

Il twitter degli autori

Caricamento twitter... (reload in caso di blocco)
Fai il login per twittare
mostra/nascondi twitter degli autori


L' ALI DELLA LIBERTA'
Scritto da DOMENICO DE FERRARO
Categoria: Narrativa - umoristico
Scritto il 10/04/2005, Pubblicato il 09/04/2005, Ultima modifica il 10/12/2005
Codice testo: 15349790 | Letto 6185 volte

Attendere caricamento dei dati...(reload in caso di blocco)

Nota dell'autore DOMENICO DE FERRARO:
AUGURI DI BUONE FESTE

Torna alla prima pagina 1/5 Pagina seguente



L’ALI DELLA LIBERTA’



Sono tre giorni sfinito vado girando per le strade
strette e larghe di questa città rincorrendo un canarino evaso dalla sua gabbia tutta d’oro .
La gente mi piglia per matto qualcuno notatomi
con un retino in mano sotto a un albero pronto
ad acciuffare il fuggitivo volatile
ha chiamato pure la polizia.
Sé non facevo il nome del maresciallo Alberti
che vive di fronte casa mia e mi conosce
bene quelli della volante di sicuro m’avrebbero portato
in questura per accertamenti o peggio ancora avrebbero
chiamato l’ufficio di salute mentale.
E un canarino dispettoso è furbo questo: tutto giallo
con il capo rosso fuggito dalla gabbia del cavaliere Natale del quinto piano .
Gli ho assicurato che avrei impiegato tutto il tempo necessario ma alla fine sarei riuscito a catturarlo.
Così mi sono messo alla ricerca del maldestro canarino.
Ieri dopo un lungo inseguimento lo visto fare la corte
ad una canarina in gabbia appesa fuori ad un balcone
di corso Umberto I
Volava da un albero al balcone cantando
e svolazzando nell’aria ma è durato poco l’innamoramento .
Poiché passato poco tempo lo visto improvvisarsi
guida turistica a capo d’una comitiva di passeri campagnoli.
li ha portati tutti in giro a visitare la città.
Me venuto un fiatone per inseguirlo gli dicevo da basso
fermati ti compro del mangime speciale saporito assai .
Ritorna a casa il cavaliere Natale mi ha promesso che ti farà una gabbia molto più grande .
T’aspettano tutti con impazienza .
ma quello incurante delle mie parole insieme a dieci
undici passeri ridenti e discoli si è diretto al museo
nazionale a conoscere la storia ornitologica
degli uccelli di città .
Io perso in mezzo al traffico per poco non lo perdevo
del tutto. Quando un cardellino in cambio d’un pacchetto
di semi mi ha confidato ad un orecchio che il canarino che andavo cercando s’era messo a fare politica sul serio è preparava una piccola rivoluzione .
Una rivolta contro coloro che chiudono in gabbia gli uccellini li martirizzano li tengono schiavi ad uso
del loro piacere personale.

Torna alla prima pagina 1/5 Pagina seguente



Menu

Home Page
Iscriviti come autore
Scrivi il tuo testo
Forum
Cerca


Pubblicità

Su di noi

Strumenti

Help

© 2001-2018 - Layout, grafica e contenuti sono protetti da diritto d'autore
Vietata la riproduzione - PI:02102630205 Hosting www.dominiando.it