Cari autori, stiamo riscontrando problemi con l'invio delle email dal sito. Al momento sono quindi sospesi gli invii email delle notifiche di commenti e testi. Nel caso non riceviate l'email di conferma di iscrizione, potete scrivere a staff@alidicarta.it per la conferma manuale.




Ultimi pubblicati  |  Ultimi modificati  | Cerca un testo | Archivio degli autori  | Ricevi il feed dei testi di Alidicarta.it  Feed Rss dei testiRegistrati come autore!

Il twitter degli autori

Caricamento twitter... (reload in caso di blocco)
Fai il login per twittare
mostra/nascondi twitter degli autori


Quello strano incrontro - PARTE I
Scritto da Mrs Sasa
Categoria: Narrativa - giallo/noir
Scritto il 22/09/2016, Pubblicato il 22/09/2016, Ultima modifica il 22/09/2016
Codice testo: 2292016231419 | Letto 568 volte

Attendere caricamento dei dati...(reload in caso di blocco)

Nota dell'autore Mrs Sasa:
Se vi piace lasciate un commento e fatemi sapere cosa ne pensate ^-^

Torna alla prima pagina 1/2 Pagina seguente


Anna non era una ragazza solare. No, lei non era come le altre. Alla sua età già sapeva cosa voleva fare. Non perdeva di certo tempo nelle discoteche ad ubriacarsi e ballare. Lei preferiva la solitudine alle finte amicizie. Aveva già immaginato il suo futuro da dottore.
Quella sera mentre tornava a casa dalla biblioteca lo incontrò.
Non avrebbe mai pensato che quell'incontro cambiò in modo così radicale la sua vita. Mai.
Era un uomo sui 40. Barba gialla e felpa col cappuccio.
Dapprima non ci aveva nemmeno fatto a caso. Di solito non si metteva ad osservare tutte le persone che incrociava per strada.
Ma quella volta fu diverso. Sentì subito la sua presenza. Poi, quello sguardo ghiacciato penetrante. Gli occhi del signore erano incredibilmente neri, profondi.
Poi... la paura. I suoi passi che seguivano quelli di Anna. Uno dopo l'altro. Come le lancette di un orologio. Quelle facevano TIC TAC TIC TAC... Queste facevano BUM BAM BUM BAM... Cambia strada. Idem . Svolta. Idem.
Il rumore di quei passi, la paura, la stavano lacerando. Chi era quell'uomo? Cosa voleva? Più passavano i secondi e più il suo cuore sembrava scoppiare. No, non poteva continuare così... E se si mettesse a correre? No... forse l'uomo sarebbe stato più veloce. Erano le 18:17 del 17 novembre. Né un minuto in più né uno in meno.Le fioche luci dei lampioni illuminavano a fatica quello che doveva essere una vecchia stradina. Faceva già buio. Non c'era nessuno. Viveva in un paesino con stradine talmente piccole in cui non passavano camion. C'era da aspettarselo.
''Vi prego, qualcuno mi aiuti...'' supplicò tra sé e sé. Quei secondi non passavano più. Il tempo sembrava essersi fermato.
Calma... e sangue freddo. Calma... e sangue freddo.
Ok, si decise.
Si fece un po' di coraggio.
Si voltò di scatto e chiese :
''Cosa cazzo vuoi?''.



L'uomo non c'era più.
All'improvviso tutta la tensione che si era creata si sciolse.
Questa volta corse subito. Non ci pensò due volte a correre verso casa.


La vecchia casa in cui abitava aveva la porta socchiusa.
Non varcò nemmeno la soglia che sentì del vetro rompersi.
E poi ...
le urla.
-CAZZO!NON CAMBIERAI MAI. IO NON CI VOGLIO PIU VIVERE CON TE! SONO STANCA, STANCA! LO CAPISCI?-
-VATTENE ALLORA! VATTENE DALLA MIA CASA E NON TORNARE MAI PIU'!!!-

Un gemito.

Silenzio.

Anna entrò. Entrambi i genitori erano in salotto.
Suo padre, era in piedi. Al centro. Paralizzato.
La madre distesa sul pavimento con mezza bottiglia di vetro infilzata nell'addome.
Gli occhi del padre iniziarono a riempirsi di lacrime. Erano rossi, gonfi... Confusi e...stanchi.
Passarono all'incirca tre minuti.
Nessuno di loro due sapeva cosa fare.
Poi Anna prese il telefono...:- Pronto? Pronto ? Mi sentite? Ecco.. mia madre. Insomma. Sta male! Sta per morire!Venite presto!!...- non riuscì a concludere la frase che scoppiò in lacrime. Insomma … che stava succedendo?
Prima quell'uomo strano , ora i suoi genitori.

Torna alla prima pagina 1/2 Pagina seguente



Menu

Home Page
Iscriviti come autore
Scrivi il tuo testo
Forum
Cerca


Pubblicità

Su di noi

Strumenti

Help

© 2001-2018 - Layout, grafica e contenuti sono protetti da diritto d'autore
Vietata la riproduzione - PI:02102630205 Hosting www.dominiando.it