Cari autori, stiamo riscontrando problemi con l'invio delle email dal sito. Al momento sono quindi sospesi gli invii email delle notifiche di commenti e testi. Nel caso non riceviate l'email di conferma di iscrizione, potete scrivere a staff@alidicarta.it per la conferma manuale.




Ultimi pubblicati  |  Ultimi modificati  | Cerca un testo | Archivio degli autori  | Ricevi il feed dei testi di Alidicarta.it  Feed Rss dei testiRegistrati come autore!

Il twitter degli autori

Caricamento twitter... (reload in caso di blocco)
Fai il login per twittare
mostra/nascondi twitter degli autori


Amo e odio
Scritto da Amorcita
Categoria: Opinione
Scritto il 25/06/2018, Pubblicato il 25/06/2018 14.22.45, Ultima modifica il 25/06/2018 14.22.45
Codice testo: 2562018142245 | Letto 135 volte

Attendere caricamento dei dati...(reload in caso di blocco)

Nota dell'autore Amorcita:
Opinione suffragata dai fatti...molti fatti...

1/1

Amo i cani, i gatti e tutti gli altri quadrupedi domestici, come conigli e cavalli, pecore, asini, agnelli e maialini. Amo gli uccelli, alcuni sono meravigliosi, vivono nei boschetti che fiancheggiano il Po e mi regalano un senso di libertà, generata dal volo che diventa metafora di viaggio libero. Amo le api, amo gli insetti, amo i fiori, ce ne sono alcuni stupendi, per forma e colore, per non dire del profumo, a volte inebriante, come quello del calicanto o del caprifoglio. Amo il mare, i laghi, specialmente quelli alpini, specchio di una bellezza pura e incontaminata. Amo i corsi d'acqua, fiumi o rigagnoli che siano, e persino i fossi di irrigazione dei campi coltivati a mais o fumento.
Amo la montagna, amo la collina e pure la campagna, amo i grandi centri abitati ma anche le isole, amo le vie cittadine ma amo ancor più il deserto misterioso, con le sue notti stellate.
Amo tutto della vita, i vestiti, le scarpe, i mezzi di trasporto, in particolare la bicicletta, amo mangiare, bere, amo il pane, la frutta ma anche la carne...insomma non so cosa possa esserci che io non ami.
Ah sì...i professori. Quelli non li amo proprio, anzi li odio. Sono arroganti, presuntuosi, a volte disumani, e hanno poca memoria; infatti hanno dimenticato chi erano, prima di sedersi dietro la loro cattedra. E la cattiva memoria genera incomprensioni, ritenute a torto generazionali. A torto, perché mio nonno sa bene come era lui da giovane, lo sa bene anche il panettiere, il commesso del negozio,
perfino la suora dell'oratorio femminile lo sa. Ma i professori no, quelli hanno lasciato la loro memoria in cantina, ed ora credono di essere i migliori, obliterando la loro storia scolastica, annullando il loro percorso formativo...ma sarà proprio vero che sono i migliori? Io non lo credo.

1/1



Menu

Home Page
Iscriviti come autore
Scrivi il tuo testo
Forum
Cerca


Pubblicità

Su di noi

Strumenti

Help

© 2001-2018 - Layout, grafica e contenuti sono protetti da diritto d'autore
Vietata la riproduzione - PI:02102630205 Hosting www.dominiando.it