Cari autori, stiamo riscontrando problemi con l'invio delle email dal sito. Al momento sono quindi sospesi gli invii email delle notifiche di commenti e testi. Nel caso non riceviate l'email di conferma di iscrizione, potete scrivere a staff@alidicarta.it per la conferma manuale.




Ultimi pubblicati  |  Ultimi modificati  | Cerca un testo | Archivio degli autori  | Ricevi il feed dei testi di Alidicarta.it  Feed Rss dei testiRegistrati come autore!

Il twitter degli autori

Caricamento twitter... (reload in caso di blocco)
Fai il login per twittare
mostra/nascondi twitter degli autori


UNA STORIA COMUNE-PARTE PRIMA
Scritto da lucenera
Categoria: Narrativa - Altro
Scritto il 02/07/2018, Pubblicato il 02/07/2018 18.54.50, Ultima modifica il 02/07/2018 18.54.50
Codice testo: 272018185450 | Letto 121 volte

Attendere caricamento dei dati...(reload in caso di blocco)

Nota dell'autore lucenera:
La mia vuole essere una storia leggera da leggere magari sorseggiando una tisana la sera per smaltire un pò lo stress della giornata un pò come si fa guardando una serie tv tipo gilmore girls o jane the virgin

Torna alla prima pagina 1/2 Pagina seguente


"Perchè non usciamo insieme qualche volta?"
Quando Alessandro chiese a Sabrina questa cosa era una sera di festa ad agosto nel piccolo borgo dove Sabrina viveva e lavorava come ragioniera in uno studio di consulenza.
Alessandro veniva lì in vacanza da sempre ma lei e le sue amiche di una vita,Dalila e Roberta, lo conoscevano solo da tre anni ,da quando usciva con degli amici in comune dei quattro.
"Io non faccio da ruota di scorta a nessuno. Neppure a Dali per quanto le voglia bene e riconosca che magari possa essere più brillante di me e più bella"
Quella risposta spiazzò non poco Alessandro.
Era vero con Dalila c'era stato un vero e proprio colpo di fulmine.Gli era piaciuta subito così piccolina e con tutte le sue forme ed il suo viso dolce.
Era da un pò che le andava dietro ma qualcosa negli ultimi tempi,frequentandole,era cambiato.E da quando Sabrina si era aperta un pò di più aveva iniziato ad incuriosirlo e poi non la riteneva affatto così male.
Ma quella sera, in quella pineta,a quella frase, si bloccò completamente.
Era stata così schietta senza mezze misure che per un pò non sapeva cosa dire.
Sabrina, da parte sua, non ci aveva neppure pensato.Quando lui iniziò ad inviarle i messaggi pensava che fosse un modo per carpire qualcosa su Dalila e su quello che pensava di lui .Riteneva che con Roberta non poteva farlo.Non poteva usare quel fare un pò provolone per avvicinarsi e poi informarsi, visto che Roby era felicemente fidanzata con Matteo da quattro anni ormai,da quando avevano iniziato l'università.
Quando lui le disse quella cosa,pensò effettivamente quello che gli aveva appena detto e non pensò certodi filtrare il pensiero.
Lei era abituata a stare un pò all'ombra delle due.
Era da quando erano più piccole che loro piacevano di più ed erano più appetibili da un punto di vista fisico.E poi da sempre erano più estroverse.
Ma sicuramente non avrebbe mai fatto da ruota di scorta ad una delle due.
Aveva un orgoglio cavolo.Anche se Alessandro non le era mai dispiaciuto, a differenza di Dalila a cui proprio non piaceva.Dalila preferiva il ragazzo un pò più appariscente.E le chiacchiere tramite messaggi erano ogni sera più piacevoli.Ma no, sapeva che in passato anche lei era piaciuta quindi perchè non poteva aspettare quello che gli moriva dietro come lui aveva fatto capire a Dalila?
"E' da mesi che io e te parliamo tramite messaggi tutte le sere.E' da mesi che sto cercando un modo di uscire con te.Credo di non essere il primo ragazzo a cui è piaciuto qualcuno prima di te.A te non è piaciuto nessuno?"
Sì, a lei era piaciuto,eccome.Moriva per Alessio.Alto,castano,occhi grandi ed un sorriso con delle fossette che sognava anche di notte.Aveva lavorato nella banca come cassiere per due anni.
Quando le chiese di uscire per un caffè un pomeriggio e per la cena la sera dopo, lei non ci credeva.Lui era lì da pochi mesi.
E quando fecero l'amore per la prima volta, per lei fu la prima volta in assoluto.Aveva 20 anni e le sembrava un sogno.Erano stati insieme per più di un anno poi lui aveva avuto una proposta a Londra.Lei non se l'era sentita di trasferirsi,anche se lui glielo aveva chiesto.Le sembrava un passo troppo importante per i suoi 21 anni scarsi e poi qualche mese prima di conoscere Alessio la vita di Sabrina era cambiata notevolmente.Suo padre,l'uomo più importante della sua vita, era venuto a mancare da poco e sua madre era sola lì, nel loro paese perchè le due sorelle si erano trasferite a nord per lavoro nel giro di pochi mesi.Lei no se la sentì di staccarsi anche da sua madre e dai suoi affetti di una vita.Così decisero di avere una storia a distanza.Ma anche quella, per Sabrina, a 21 anni era difficile e così finì.
Ripensando a quello e mentre lo raccontava ad Alessandro Sabrina si chiese sempre più convinta"Ma perchè ora a 25 anni devo ridurmi ad essere la scelta dopo la mia amica?"
Alessandro dal canto suo ascoltando la storia di Alessio aveva sentito ,invece, un pò di fastidio e capì che quella ragazza le piaceva un pò di più di quello che pensava...........
TO BE CONTINUED

Torna alla prima pagina 1/2 Pagina seguente



Menu

Home Page
Iscriviti come autore
Scrivi il tuo testo
Forum
Cerca


Pubblicità

Su di noi

Strumenti

Help

© 2001-2018 - Layout, grafica e contenuti sono protetti da diritto d'autore
Vietata la riproduzione - PI:02102630205 Hosting www.dominiando.it