Cari autori, stiamo riscontrando problemi con l'invio delle email dal sito. Al momento sono quindi sospesi gli invii email delle notifiche di commenti e testi. Nel caso non riceviate l'email di conferma di iscrizione, potete scrivere a staff@alidicarta.it per la conferma manuale.




Ultimi pubblicati  |  Ultimi modificati  | Cerca un testo | Archivio degli autori  | Ricevi il feed dei testi di Alidicarta.it  Feed Rss dei testiRegistrati come autore!

Il twitter degli autori

Caricamento twitter... (reload in caso di blocco)
Fai il login per twittare
mostra/nascondi twitter degli autori


L'incubo di Elisa
Scritto da Anais-
Categoria: Narrativa - horror/thriller
Scritto il 30/10/2018, Pubblicato il 30/10/2018 23.33.17, Ultima modifica il 30/10/2018 23.43.47
Codice testo: 30102018233317 | Letto 93 volte

Attendere caricamento dei dati...(reload in caso di blocco)

Torna alla prima pagina 1/5 Pagina seguente


CAPITOLO 11



"Sarà un pò difficile che non noteranno nulla, non credi? "

Dissi mentre tentavo di rialzarmi.

"Farai finta di star bene.
Un solo lamento,o anche solo una parola fuori posto e qualcuno, si farà male "

Poco dopo, eravamo in macchina.
Arrivate a casa, erano tutti presi a chiacchierare.
Non era semplice far finta di star bene.
Isabel mi aveva assestato dei bei calci.
Nessuno notò nulla.
Vedere i miei genitori non accorgersi di nulla, era deprimente.

"Vedi cara, nessuno ha notato niente.
Tra qualche giorno, sarai completamente invisibile ai loro occhi!"

Isabel pronunciò quelle parole, con un ironia ed una cattiveria spaventose.
Aveva ragione.
La mattina seguente, mi era impossibile stare in piedi.
Iniziai a sudare e ad avere la nausea, per lo sforzo che facevo per alzarmi dal letto.
Non avevo un bell'aspetto, ma nessuno disse niente.

"Ha chiamato Elsa.
Non dovevi tornare al lavoro? "

Mia madre, sembrava arrabbiata .

"Più tardi, passerò​ dal market.
Io.. Penso di non volerci più andare "

Lo dissi tenendo lo sguardo fisso sulla tazza del caffé.

"Lo sai, che ho parlato io con Elsa per assumerti.
Che motivo hai?
Gli orari sono buoni, lo stipendio pure.
Non ci farò una bella figura!

Torna alla prima pagina 1/5 Pagina seguente



Menu

Home Page
Iscriviti come autore
Scrivi il tuo testo
Forum
Cerca


Pubblicità

Su di noi

Strumenti

Help

© 2001-2018 - Layout, grafica e contenuti sono protetti da diritto d'autore
Vietata la riproduzione - PI:02102630205 Hosting www.dominiando.it