Cari autori, stiamo riscontrando problemi con l'invio delle email dal sito. Al momento sono quindi sospesi gli invii email delle notifiche di commenti e testi. Nel caso non riceviate l'email di conferma di iscrizione, potete scrivere a staff@alidicarta.it per la conferma manuale.




Ultimi pubblicati  |  Ultimi modificati  | Cerca un testo | Archivio degli autori  | Ricevi il feed dei testi di Alidicarta.it  Feed Rss dei testiRegistrati come autore!

Il twitter degli autori

Caricamento twitter... (reload in caso di blocco)
Fai il login per twittare
mostra/nascondi twitter degli autori


Quassù è un'altra cosa...
Scritto da Pellegrino2
Categoria: Altro
Scritto il 31/01/2010, Pubblicato il 31/01/2010, Ultima modifica il 31/01/2010
Codice testo: 311201023443 | Letto 3677 volte

Attendere caricamento dei dati...(reload in caso di blocco)

Nota dell'autore Pellegrino2:
questa il viandante l'ha scritta e cantata con una persona a lui molto cara...ma stavolta non dico il nome perchè ci sono in giro troppi e troppe amanti dell'asino di apuleio...

1/1

Dall’alto del mio monte
riesco a scorgere giù la vita
dove fluisce senza colore
e s’allarga e si dirada
in mille alvei privi di dighe…
E vedo tante vite,
vite parallele e vite a metà
che mai si incontreranno…
Vite intrecciate,
bloccate dall’affanno
e vite interrotte senza senso
tra dubbi c’uccidono l’istante…
Vite aride
che odiano quelle allegre
che mentre gioiscono
dall’ altre vengon spente;
vite prive di coraggio
o solo troppo timide
per osare alzar la fronte;
vite che girano
su se stesse, inutilmente,
come piccole auto impazzite
senza telecomando…
E scorgo ancora vite
tra lagrime perdute
che più non parlano,
linfe vampirizzate
di perduto sangue umano,
vite che cantano tetre litanie
che non danno convinzione
e trascorse intere
senza godersi mai una canzone,
prive di sogni, lagrime d’amore,
scorze di prigione al brivido
di ogni più piccola emozione…
Vite tutte dall’orizzonte livido,
privo di speranza e di passione,
senza nemmeno lo slancio trepido
per un ultimo bagliore…

Ma quassù
il mio vento eterno
fluisce al cuore e m’accarezza lieve,
gentilmente….
Mi regala l’alba e l’accenno del calore
di un nuovo giorno
di cui m’innamoro…perdutamente…


--

1/1



Menu

Home Page
Iscriviti come autore
Scrivi il tuo testo
Forum
Cerca


Pubblicità

Su di noi

Strumenti

Help

© 2001-2018 - Layout, grafica e contenuti sono protetti da diritto d'autore
Vietata la riproduzione - PI:02102630205 Hosting www.dominiando.it