Cari autori, stiamo riscontrando problemi con l'invio delle email dal sito. Al momento sono quindi sospesi gli invii email delle notifiche di commenti e testi. Nel caso non riceviate l'email di conferma di iscrizione, potete scrivere a staff@alidicarta.it per la conferma manuale.




Ultimi pubblicati  |  Ultimi modificati  | Cerca un testo | Archivio degli autori  | Ricevi il feed dei testi di Alidicarta.it  Feed Rss dei testiRegistrati come autore!

Il twitter degli autori

Caricamento twitter... (reload in caso di blocco)
Fai il login per twittare
mostra/nascondi twitter degli autori


L'orologio e l'insonnia della principessa
Scritto da Simona Antares
Categoria: Narrativa - Altro
Scritto il 03/07/2018, Pubblicato il 03/07/2018 11.48.51, Ultima modifica il 03/07/2018 11.48.51
Codice testo: 372018114851 | Letto 93 volte

Attendere caricamento dei dati...(reload in caso di blocco)

1/1

Nel palazzo del Re tutti erano felici perché finalmente la primavera era giunta nel suo pieno splendore. I giardini pullulavano di fiori, le giornate si facevano sempre più lunghe e le notti erano miti e tranquille. Tutti nel palazzo dormivano beatamente a parte la principessa e un vecchio orologio a pendolo che batteva le ore.
La piccola principessa, infastidita dal continuo battere del pendolo e dai rintocchi a ogni ora, scese dal suo letto e chiese all’orologio : “Perché tu non dormi?”
L’orologio rispose : “Io scandisco ogni ora del giorno e della notte, non mi è consentito addormentarmi”
“Ma non puoi fare tutto questo in silenzio? Io non riesco a dormire a causa dei tuo continui rintocchi"
“Mia piccola principessa, tu non dormi a causa dell’arrivo della primavera"
La bambina protestò.
“E’ anche colpa tua! Le ore di luce sono aumentate e voi orologi avete spostato le lancette di un’ora! Il mio metabolismo ne risente ogni anno!”
“Tutti i bambini del reame dormono a quest’ora, anche tu dovresti farlo, sai?”
“Ma se ti ho appena detto che non ci riesco a causa tua! Il tuo continuo tic tac e il tuo continuo din don dan mi fanno svegliare in continuazione!”
L’orologio sorrise.
“Vuoi sapere un segreto? Io so come combattere l’insonnia”
“E come?” chiese la principessina
“E’ molto semplice: quando torni a letto, chiudi gli occhi"
“Tutto qui?” chiese la piccola con aria imbronciata.
“Chiudi gli occhi e sogna ciò che non hai. E domani”
“E domani?” chiese la bambina.
“E domani tutto quello che avrai sognato sarà tuo”
“Non ci credo!”
“Se non ci provi, non lo saprai mai”
La principessa tornò a letto e si addormentò. Il giorno dopo si risvegliò e…
“E?” chiese il bimbo alla sua mamma che gli stava raccontando la favola.
“Se non provi, non lo saprai mai” rispose lei con un allegro sorriso.

1/1



Menu

Home Page
Iscriviti come autore
Scrivi il tuo testo
Forum
Cerca


Pubblicità

Su di noi

Strumenti

Help

© 2001-2018 - Layout, grafica e contenuti sono protetti da diritto d'autore
Vietata la riproduzione - PI:02102630205 Hosting www.dominiando.it