Tutti i testi  |  Ultimi pubblicati  |  Ultimi modificati  | Cerca | Archivio degli autori  | Ricevi il feed dei testi di Alidicarta.it  Feed Rss dei testiRegistrati come autore!

Il twitter degli autori

Caricamento twitter... (reload in caso di blocco)
Fai il login per twittare
mostra/nascondi twitter degli autori


Rabbia
Testo segnalato dallo staff Scritto da VALERIA
Categoria altro, genere
Scritto il 04/02/2008, pubblicato il 04/02/2008, ultima modifica il 04/02/2008
Letto 3535 volte

Commenti (8) Riconoscimenti Condividi Altri testi di VALERIA Codice testo: 422008142731
  Attendere caricamento dei dati... (reload in caso di blocco)

Nota dell'autore: ipotetico litigio tra amiche

1/1

RABBIA
So piangere bene
E ben sopportare
I crampi dell’anima
per un ‘amicizia che muore,
o che sento
al suo ultimo stadio,
e io che non so chiedere aiuto
e mai ho imparato
e neppure mia madre
sa delle lotte intestine che mi dilaniano

Ma quando
la mia terra sotto i piedi comincia a tremare
Ma quando il mio castello crolla
Vinto dal terremoto delle mie ribellioni
E’ perché la mia rabbia
Ora è implosa come una supernova millenaria dentro me
E adesso distrugge furente tutto quello che incontra
Prende a martellate tutti i ricordi ora ingenui e stomachevoli
Di un’amicizia di carta
Che ora bagnata dalle mie lacrime
si disintegra e miserabilmente affonda
E Il sangue non affluisce più al cervello
E non capisco
E tremo tutta
In balia delle mie emozioni tradite
Mentre
Amica mia
O quello che ormai sei
Ti vomito addosso il mio rancore
Finalmente
E I tuoi torti ti condannano adesso
Ostracizzata dalla mia vita
Faccio terra bruciata di te
Compagna delle mie più fragorose risate
E della mia più spensierata stagione,
ma ora
ti licenzio
e ti libero dal dovere della mia compagnia
e no, non sono impazzita
e no, non smetto di urlare,
sono sola,
ti rigetto,
ti allontano,
non ti credo,
non ti credo più.



E dopo
Che rimane
Un campo di battaglia dopo i bombardamenti
Fumante e desolato
E con qualche cadavere
Come questa stanza
Assordata dalle grida di un minuto fa
Buia e maledettamente silente
Facesse rumore almeno
non sentirei il respiro della mia solitudine
E la testa mi scoppia
Al buio
Mi siedo
E con la testa tra le mani
Mi abbandono al pianto.

1/1



Menu

Home Page
Iscriviti gratis
Iscriviti alla newsletter
Scrivi il tuo testo
I testi segnalati
Richieste di commento
Archivio articoli e notizie
Forum
Cerca


Pubblicità








Su di noi
- Chi siamo
- Il nostro progetto
-
Termini e condizioni di utilizzo
- Pubblicità
-
Riconoscimenti

Strumenti
- Collabora con Alidicarta.it
- Feed RSS dei testi di Alidicarta.it
- Bottone Alidicarta.it per la Google Bar
- Alidicarta.it su Facebook
- Press kit
Help
- Contatta lo staff
- Regolamento
- Copyright

© 2001-2017   - Layout, grafica e contenuti sono protetti da diritto d'autore - Vietata la riproduzione - PI:02102630205
Link esterni:
idee regalo | www.codicesconto.com | | Hosting www.dominiando.it