Cari autori, stiamo riscontrando problemi con l'invio delle email dal sito. Al momento sono quindi sospesi gli invii email delle notifiche di commenti e testi. Nel caso non riceviate l'email di conferma di iscrizione, potete scrivere a staff@alidicarta.it per la conferma manuale.




Ultimi pubblicati  |  Ultimi modificati  | Cerca un testo | Archivio degli autori  | Ricevi il feed dei testi di Alidicarta.it  Feed Rss dei testiRegistrati come autore!

Il twitter degli autori

Caricamento twitter... (reload in caso di blocco)
Fai il login per twittare
mostra/nascondi twitter degli autori


Una promessa che ho mantenuto 2
Scritto da Vega
Categoria: Epistolare
Scritto il 05/11/2018, Pubblicato il 05/11/2018 18.17.51, Ultima modifica il 05/11/2018 18.17.51
Codice testo: 5112018181751 | Letto 83 volte

Attendere caricamento dei dati...(reload in caso di blocco)

1/1

Sembrava più tardi, dal rumore nelle strade.

Mi affidavo ad una pesca fortunata nello zaino di Madrid.
Avrei vinto come mi ero aggrappata al moschettone delle chiavi, nel silenzio denso di anche altre notti, nel vociare vaporoso di quell'immensa sala.
Un grigio speciale impregnava i capelli raccolti di alcuni studiosi, i quali imputavano alla "benefica" la sordità con cui rispondevano a chi insisteva nel domandare.

Una pittrice stanca tratteggiava l'ultima costa della camicia verde e l'ultimo solco, fra le sopracciglia dell'uomo in tela. Un volto corrucciato aveva scrutato oltre le dighe dei suoi più intimi abissi, raccolta in un pugno l'acqua di quel pianeta amorevole, e della sua matrice, e cavalcato praterie di giudici, con uno dei sei bastoni rivolgersi al biondo.
Aveva ammiccato, al candido gesto dell'abbassarle una spallina di aspre memorie, del condurle una mano sulle proprie lacrime.
Aveva accolto lo screpitio nucleare, fino alla nuca, quando i disegni bianchi di futuro erano stati regalati al vento in picchiata, dal settimo piano, quando alcune pietre erano state gettate lontano.
Quel pelo noce si poggiava sui finali contorni d'un'immagine così pietrosa, scandita come esigeva battere un tempo eterno. Ma mai generoso, nel distribuire lunghi abbracci.

1/1



Menu

Home Page
Iscriviti come autore
Scrivi il tuo testo
Forum
Cerca


Pubblicità

Su di noi

Strumenti

Help

© 2001-2018 - Layout, grafica e contenuti sono protetti da diritto d'autore
Vietata la riproduzione - PI:02102630205 Hosting www.dominiando.it