Cari autori, stiamo riscontrando problemi con l'invio delle email dal sito. Al momento sono quindi sospesi gli invii email delle notifiche di commenti e testi. Nel caso non riceviate l'email di conferma di iscrizione, potete scrivere a staff@alidicarta.it per la conferma manuale.




Ultimi pubblicati  |  Ultimi modificati  | Cerca un testo | Archivio degli autori  | Ricevi il feed dei testi di Alidicarta.it  Feed Rss dei testiRegistrati come autore!

Il twitter degli autori

Caricamento twitter... (reload in caso di blocco)
Fai il login per twittare
mostra/nascondi twitter degli autori


Ti amo nonna
Scritto da Darknotice
Categoria: Poesia
Scritto il 07/03/2012, Pubblicato il 07/03/2012, Ultima modifica il 07/03/2012
Codice testo: 73201205213 | Letto 780 volte

Attendere caricamento dei dati...(reload in caso di blocco)

Nota dell'autore Darknotice:
Ti amo nonna

1/1

Vorrei lambire il cielo con le mani, per frangerne l’eterna compostezza,
Per rendere diverso quel domani e assaporarne lieto la tristezza,
Perché non ti sei infranto sporco cuore, di fronte a quella vita che si è spenta?
Non era forse candido il suo amore? E quest’aridità non ti spaventa?

Vorrei poterti dire che t’amavo e forse sai l’ho fatto veramente,
Ma resto incatenato come schiavo, ai vincoli bugiardi della mente,
Possibile sia questa la mia sorte? Non vi è pietà che pieghi la mia essenza?
Non ho coscienza neanche nella morte? Nel vuoto senza fine di un’assenza?

Vorrei che ti spezzassi cuore avaro, donandomi le lacrime che attendo,
La pace quel momento così raro, che non ho mai preteso e ora pretendo,
La sedia su cui giace il suo ricordo, mi lacera la carne come lama
Alla sua voce io non sono sordo, la sento che mi supplica mi chiama.

Vorrei il dolore entrasse senza sosta, a ricordarmi d’essere a te grato,
Ma questo muto orgoglio troppo costa, possibile che nulla abbia imparato?
Riascolto le tue storie d’esistenza, mi perdo nella voce che si è persa,
E sento accanto a me la tua presenza, in questa notte amara e troppo tersa.

Vorrei poterti stringere al mio petto, come una bimba fragile e piccina,
In un abbraccio forse troppo stretto, attenderemmo insieme la mattina,
Ma c’è solo il riflesso di un sorriso, che sempre mi accoglieva con dolcezza
E rigo con le lacrime il mio viso, TI AMO NONNA E ADESSO È UNA CERTEZZA!!!!

1/1



Menu

Home Page
Iscriviti come autore
Scrivi il tuo testo
Forum
Cerca


Pubblicità

Su di noi

Strumenti

Help

© 2001-2018 - Layout, grafica e contenuti sono protetti da diritto d'autore
Vietata la riproduzione - PI:02102630205 Hosting www.dominiando.it