Tutti i testi  |  Ultimi pubblicati  |  Ultimi modificati  | Cerca | Archivio degli autori  | Ricevi il feed dei testi di Alidicarta.it  Feed Rss dei testiRegistrati come autore!

Il twitter degli autori

Caricamento twitter... (reload in caso di blocco)
Fai il login per twittare
mostra/nascondi twitter degli autori


Bisogno di amore - pensieri di una giovane donna 1
Scritto da nuovog
Categoria narrativa, genere Erotico/Romantico
Scritto il 31/12/2001, pubblicato il 01/01/2002, ultima modifica il 21/10/2003
Letto 15190 volte

Commenti (18) Riconoscimenti Condividi Altri testi di nuovog Codice testo: 7971
  Attendere caricamento dei dati... (reload in caso di blocco)

Nota dell'autore: Confessioni di una ragazza che ha bisogno di sentirsi considerata

Torna alla prima pagina 1/6 Pagina seguente



Mi chiamo Sabrina.
Emozioni, gioia, felicità, allegria, passione…
una serata davanti alla tivù sotto il plaid sdraiati sul divano, lui che sparecchia la tavola allegramente per aiutarmi nelle faccende domestiche, tornare a casa e trovare una sorpresa, un bacio appassionato, la tavola imbandita, due biglietti per il cinema. Una telefonata all’improvviso perché ha prenotato una vacanza solo per noi due… svegliarmi la mattina e trovare la colazione già pronta…sentirsi importanti, amate, sentirsi appassionatamente desiderate. Uno sguardo, due occhi pieni di amore che mi dicono “Ti amo, forse non te lo avevo mai detto”.
Ecco.
Non ho nulla di tutto ciò, ma lo desidero come l’aria. E lo desidero da lui. E’ giusto che sia così. L’ho sposato, e non ho alcuna intenzione di sciogliere questo matrimonio. Ho promesso, ho promesso davanti a Dio, e poi lui ne soffrirebbe…non posso. Ha avuto un’infanzia infelice, ed io l’ho tirato fuori da quella vita indolente, senza meta, senza voglia di vivere. E poi, quanti problemi da affrontare…
Mi hanno definito una mosca che vola all’impazzata alla ricerca di una fonte di luce. Forse è vero. In realtà volo per cercare un po’ di luce da infilare in una bottiglia e da portare a casa, da lui. Vorrei entrare in casa, la sera, ed aprire la bottiglia sperando che ne sgorghi una fonte piena di energia positiva, che possa rifluire dentro ogni oggetto, e lo faccia apparire diverso, meno monotono, più vero.
Mi sono sposata forse per fuggire da casa, per dimostrare che la mia vita poteva essere diversa, più vera, felice.

Forse lui e’ lo strumento della mia ricerca di felicità, forse attraverso di lui speravo e spero di raggiungere il mio orizzonte: ma cosa veramente vorrei all’orizzonte? E cosa sto cercando ? Ed in realtà, cosa c’e’ al mio orizzonte ? Ma sì, credo nel destino, tutto è già scritto. Non devo e non voglio modificare il libro che e’ stato scritto per me.

Credo che la soluzione migliore sia attendere e vedere cosa succederà, lo preferisco. Ho paura del futuro, di cosa succederebbe se la normalità delle cose dovesse subire un cambiamento. Ma sì, meglio rimandare a domani. Domani si vedrà.
Ho un lavoro che mi piace. Mi fa sentire al centro dell’attenzione. E poi lo so, sono molto piacevole e gli uomini mi guardano, nel loro intimo mi desiderano…ho due occhi splendidi, una buona dose di grazia e femminilità, e mi piace giocare con loro. Sentirmi desiderata mi fa sentire importante, e tutte le paure ed i brutti pensieri in quei momenti si affievoliscono fino quasi a svanire…fino alla sera, quando torno a casa. Lui mi attende, seduto sul divano, telecomando alla mano, impaziente di vedermi iniziare a preparare la cena, apparecchiare, sparecchiare, lavare i piatti, pulire, …non vedo l’ora di andare sotto la doccia: amo l’acqua calda, quasi bollente; il suo calore mi entra dentro, e sento una sensazione di benessere che mi entra nell’anima.

Dicevo, mi piace giocare innocentemente con gli uomini. Alberto, Lorenzo, Andrea… nomi che scorrono veloci tra i miei pensieri, nomi che ricordo con piacere ogni volta che li vedo. Sì, li vedo perché lavoriamo nella medesima azienda. E’ una società con molte persone, e quindi non c’e’ che l’imbarazzo della scelta: quello alto, quello basso, il simpaticone, il tenerone, quello che si preoccupa per me…eccolo, Lorenzo. Lui si preoccupa veramente per me. E’ un vero amico, sempre vicino, attento, meticoloso. Forse un po’ appiccicoso? No, in realtà mi piace vedermelo girare intorno: mi da’ la carica, e poi civettare senza eccedere troppo i limiti, l’ho già detto, mi diverte….l’importante è non andare oltre il limite. Quale limite? E’ ovvio, quello della scelta: io non voglio scegliere, ho già una vita, una casa, un marito…cosa potrei desiderare di più ? Quello è il mio nido d’amore. Lo ribadisco, ho un matrimonio felice…felice…beh, diciamo che voglio avere un matrimonio felice, e quindi non si discute, ok ?
Non sono una ragazza cattiva, non potrei mai diventarlo. Sono solo una persona fondamentalmente sola, in una città che non è mia, una città che devo imparare ad apprezzare perché ho seguito lui, mio marito, qui, per motivi di lavoro. Ed io lo amo, mio marito.
Lorenzo… forse un po’ ci sono cascata, mi sono lasciata andare. Ma non era amore, riuscivo a tenere la situazione sotto controllo, e poi un bacio, cosa vuoi che sia? Ormai tutti si baciano apertamente, ed i miei baci e quel poco di tenerezze erano solo come la mia doccia calda della sera…solo per scaldarmi dentro.

Poi, un giorno, arriva Riccardo.

Lo guardo, sommessa, e penso che sia una persona affascinante. Di lui mi piace il modo di fare, mi piace come si pone e si confronta con gli altri, come parla.
E comincio a pensare.
Ma no, è un uomo sposato, con figli, sempre in giro per lavoro. Passa dall’ufficio di tanto in tanto, sempre indaffarato. Gentile, affabile, cortese, dolce. Dolce con tutti. Chissà…provo a pensare di trovare lui, a casa, la sera. No, non ci penso. Lasciamo stare.
E ritorna un’altra volta. Sempre parole gentili per me, mi ringrazia con dolcezza, mi chiede con cortesia.
I suoi occhi..una luce strana, come una spada che ti entra dentro. Interesse, uno strano e coinvolgente interesse mi prende quando mi passa davanti.
E’ proprio un galantuomo. Come quelli che esistevano una volta. Dio, come mi piacerebbe essere nata tanto tempo fa, quando il mondo era diverso, quando le donne erano trattate con grazia e viste come boccioli in fiore da trattare con i guanti ed accarezzare con tenerezza.

Lui, forse, è un uomo di quelli.

Come mi piacerebbe trovare un mazzo di rose, a casa, stasera.

Poi, un giorno, la notizia che ha cambiato la mia vita: mi dice che si sta separando. Un tuffo al cuore, strane e molteplici sensazioni: che fare? Penso a lui, vorrei proteggerlo, la sua vita mi ricorda un passato scuro, freddo, tenebroso, voci in casa di genitori che non si amano più… ricordo con angoscia i brutti momenti, le tristezze passate, i momenti bui del passato. Vorrei tanto fare qualcosa per lui, proprio lui che in questi ultimi tempi guardavo con interesse crescente.
Gli invio questa mail:

“Forse Dio vuole che incontriamo un po' di gente sbagliata prima di incontrare quella giusta, così quando finalmente la incontriamo, sapremo come essere riconoscenti per quel regalo. Quando la porta della felicità si chiude, un'altra si apre, ma tante volte guardiamo così a lungo a quella chiusa, che non vediamo quella che è stata aperta per noi.
La miglior specie d'amico è quel tipo con cui puoi stare seduto in un portico e camminarci insieme, senza dire una parola, e quando vai via senti come se fosse stata la miglior conversazione mai avuta.
È vero che non conosciamo ciò che abbiamo prima di perderlo, ma è anche vero che non sappiamo ciò che ci è mancato prima che arrivi.
Dare a qualcuno tutto il tuo amore non è un'assicurazione che sarai amato a tua volta!
Non ti aspettare amore indietro; aspetta solo che cresca nei loro cuori, ma se non succede, accontentati che cresca nel tuo.
Ci vuole solo un minuto per offendere qualcuno, un'ora per piacergli, e un giorno per amarlo, ma ci vuole una vita per dimenticarlo.
Non cercare le apparenze; possono ingannare.

Torna alla prima pagina 1/6 Pagina seguente



Menu

Home Page
Iscriviti gratis
Iscriviti alla newsletter
Scrivi il tuo testo
I testi segnalati
Richieste di commento
Archivio articoli e notizie
Forum
Cerca


Pubblicità








Su di noi
- Chi siamo
- Il nostro progetto
-
Termini e condizioni di utilizzo
- Pubblicità
-
Riconoscimenti

Strumenti
- Collabora con Alidicarta.it
- Feed RSS dei testi di Alidicarta.it
- Bottone Alidicarta.it per la Google Bar
- Alidicarta.it su Facebook
- Press kit
Help
- Contatta lo staff
- Regolamento
- Copyright

© 2001-2017   - Layout, grafica e contenuti sono protetti da diritto d'autore - Vietata la riproduzione - PI:02102630205
Link esterni:
idee regalo | www.codicesconto.com | | Hosting www.dominiando.it