Cari autori, stiamo riscontrando problemi con l'invio delle email dal sito. Al momento sono quindi sospesi gli invii email delle notifiche di commenti e testi. Nel caso non riceviate l'email di conferma di iscrizione, potete scrivere a staff@alidicarta.it per la conferma manuale.




Ultimi pubblicati  |  Ultimi modificati  | Cerca un testo | Archivio degli autori  | Ricevi il feed dei testi di Alidicarta.it  Feed Rss dei testiRegistrati come autore!

Il twitter degli autori

Caricamento twitter... (reload in caso di blocco)
Fai il login per twittare
mostra/nascondi twitter degli autori


Straniera
Scritto da sarù
Categoria: Narrativa
Scritto il 08/03/2018, Pubblicato il 09/03/2018, Ultima modifica il 09/03/2018
Codice testo: 9320180830 | Letto 376 volte

Attendere caricamento dei dati...(reload in caso di blocco)

1/1

Era arrivata da poco una lettera ,non traspariva nulla dalla busta,eppure al solo vederla le veniva una strana sensazione,come un tremore interno,misto a sudore esterno.Aveva aspettato tanto quel momento e adesso..........adesso avrebbe saputo.Nilde non aveva detto nulla fino a quando non aveva compiuto diciotto anni ma da tempo vedeva che Adele era distratta,tesa,nervosa e che spesso alternava a quel suo solare sorriso un luccichio delle pupille che si accompagnava ad una profonda ruga tra la fronte e l'attaccatura dei capelli. Viveva in una bella casa dove non le era mai mancato nulla ma per anni le era capitato di sognare un paese sconosciuto,che non aveva mai visto in realta' ma che le appariva concreto vicino,familiare.Sognava di pescatori,di piroghe,di palme,lei che non era mai andata oltre la piazza del suo paese e piu' in la' della sua casa e della sua scuola.Sembrava la bambina piu' felice del mondo ma improvvisamente un giorno a scuola le sue compagne cominciarono a dirle che lei non era figlia di sua madre e che tutti sapevano che era stata adottata che veniva dall'Africa e che si erano presi cura di lei perche' in un certo senso l'avevano acquistata.Il dolore che provo' fu così acuto che non riuscì nemmeno a dire nulla a casa ma comincio' a scrutare ogni mossa dei suoi genitori,come parlavano,come si muovevano.Si era sentita tradita,chi era lei veramente?Nilde era una madre amorevole e Paolo suo marito protettivo e premuroso ,possibile che non fossero i suoi genitori?Dovette convivere con quel dubbio per cinque lunghissimi anni ,in cui tutte le supposizioni e le congetture furono possibili nella sua mente di adolescente,arrivo' persino ad ipotizzare di essere stata magari rapita e poi restituita ai suoi genitori.Adesso era arrivata le risposta tanto attesa...............Improvvisamente
si sentiva morire dentro...perche' sapere,se nessuno avesse mai messo in dubbio le sue origini lei non avrebbe mai cercato se stessa lungo tracce lontane ma bisognava infrangere il silenzio,in qualche modo affrontare una scomoda impresa.Aprì la busta e vi trovo' due tenerissime foto,quelle di una neonata macilenta in braccio ad un'infermiera di campo che le sorrideva e le scacciava le mosche che le si appiccicavano sul viso,in basso due righe che le comunicavano di essere stata salvata da morte certa da quella donna,durante la guerra civile in Congo.
Sua madre non era mai stata ritrovata,forse morta e seppellita in fosse comuni con migliaia di altre donne e di altri uomini,oggetto di ferocia
disumana.Adele pianse accorata e si vergogno' dei suoi sentimenti,pianse di paura,di pieta' e di una strana felicita'...........Era rimasta figlia di Nilde,si vergogno' di avere sperato che tutto rimanesse cosi' ma per la prima volta comprese il valore dell'amore universale,di quell'amore di Dio che ci rende tutti uguali,capìil valore della pieta' e l'infinito amore che la legava a chi l'aveva cresciuta.Straccio' con forza la lettera e poi disse "Mamma,che si mangia oggi"?E con un gesto veloce si assesto' i capelli e si impose un sorriso aprendo la porta della sua stanza ,riavviandosi verso le sue certezze

1/1



Menu

Home Page
Iscriviti come autore
Scrivi il tuo testo
Forum
Cerca


Pubblicità

Su di noi

Strumenti

Help

© 2001-2018 - Layout, grafica e contenuti sono protetti da diritto d'autore
Vietata la riproduzione - PI:02102630205 Hosting www.dominiando.it