Cari autori, stiamo riscontrando problemi con l'invio delle email dal sito. Al momento sono quindi sospesi gli invii email delle notifiche di commenti e testi. Nel caso non riceviate l'email di conferma di iscrizione, potete scrivere a staff@alidicarta.it per la conferma manuale.




Ultimi pubblicati  |  Ultimi modificati  | Cerca un testo | Archivio degli autori  | Ricevi il feed dei testi di Alidicarta.it  Feed Rss dei testiRegistrati come autore!

Il twitter degli autori

Caricamento twitter... (reload in caso di blocco)
Fai il login per twittare
mostra/nascondi twitter degli autori


CENERE...
Scritto da circense
Categoria: Altro
Scritto il 09/05/2017, Pubblicato il 09/05/2017, Ultima modifica il 10/05/2017
Codice testo: 952017152851 | Letto 229 volte

Attendere caricamento dei dati...(reload in caso di blocco)

Nota dell'autore circense:
CENERE...

1/1

Sento un freddo boia
ho le gambe intorpidite e le mani congelate
sono in preda a questo viaggio allucinato
psichedelico torpore, nei meandri di un anfratto
che scivola giù in fondo dentro una vita parallela.
C'è buio qui; l'aria è densa di umidità, faccio fatica a respirare
L'unica luce che entra è quella di una luna piena che emana
il suo bagliore dall'alto ,ma che si allontana sempre più ,sempre più piccola
sempre meno tonda fino ad assumere i contorni di un puntino minuscolo.
Spero solo in una caduta libera, senza ostacoli
e che sul fondo mi accolga un letto di sabbia calda e bianca
luccicante come una gemma, soffice come la spuma che la circonda
e che al contatto con essa possa io disintegrarmi in tanti piccoli
granelli di cenere che scagliati dall'impatto si riversano in mare.
Nell'immensità di questo silenzio trovo ancora il coraggio di ragionare,
di lasciarmi andare, di assaporare una spremuta della mia vita con i ricordi
con il mio vissuto che nella fretta di essere ingerito un'ultima volta
affolla la mia mente ad un ritmo vertiginoso tale da arrestare la caduta:
che succede? Resto sospeso: la scure nera mi concede l'ultimo attimo
del mio atto finale portato in scena per un solo spettatore, l'unico committente
di un copione scritto che nessun altro potrà mai leggere ne vedere ne deridere od applaudire.
Ho letto l'ultima pagina, sollevo gli occhi e con le dita della mano chiudo la copertina
accarezzandola.
Un tonfo secco ed eccomi a te!
Posso ricominciare a scrivere?

1/1



Menu

Home Page
Iscriviti come autore
Scrivi il tuo testo
Forum
Cerca


Pubblicità

Su di noi

Strumenti

Help

© 2001-2018 - Layout, grafica e contenuti sono protetti da diritto d'autore
Vietata la riproduzione - PI:02102630205 Hosting www.dominiando.it