Tutti i testi  |  Ultimi pubblicati  |  Ultimi modificati  | Cerca | Archivio degli autori  | Ricevi il feed dei testi di Alidicarta.it  Feed Rss dei testiRegistrati come autore!

Il twitter degli autori

Caricamento twitter... (reload in caso di blocco)
Fai il login per twittare
mostra/nascondi twitter degli autori

Newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere i testi segnalati e le novità di Alidicarta.it!
Iscrivendoti accetti i termini

Menù Principale

Home Page
Iscriviti gratis
Scrivi il tuo testo
I testi segnalati

Richieste di commento
Archivio articoli e notizie
Blog degli autori
Forum

Categorie Testi

 Poesia
 Opinione
 Narrativa
 Cinema e Teatro
 Epistolare
 Recensione
 Speciale Mantova
 Altro

Su di noi
Chi siamo
Regolamento
Il nostro progetto
Riconoscimenti
Collabora con noi
Contatti

Pubblicità
Copyright

Supportaci!


Statistiche del sito
Autori iscritti: 6295
Testi pubblicati: 382359
Commenti: 228451
Letture totali: 829166687
Letture oggi: 9696
Autori collegati: 618



Francesco Campogalliani - Il principe dei burattinai

Categoria Autori
Inserita da Admin il 14/08/2007 15.39.22 | Fonte: | Link:

Francesco Campogalliani
( Ostellato di Ferrara – 1870; Mantova –1931 )

 “Il principe dei burattinai” 

Il burattino: un corpo umile, fatto di legno e di stoffa; un linguaggio semplice, contadino, con toni comici e sarcastici; sempre al servizio della satira burlesca e pungente di una mente perspicace e di un animo gentile da poeta. L’arte di creare un  ponte tra fantasia e realtà, tra origine popolaresca e poetica elevazione, tra classicità e contemporaneità; questa nelle braccia e nel cuore di Francesco Campogalliani, “il principe dei burattinai”.

Nato a Ostellato nel ferrarese, Francesco Campogalliani eredita il mestiere dal padre, dal nonno e da molti altri ascendenti e nelle sue mani i burattini vengono elevati a dignità d’arte.

Riconosciuto da tutti come uomo di brillante intelligenza e di vasta cultura ( si formò da autodidatta ), si interessò di pittura, composizione teatrale e musica ( inventò tra l’altro uno strumento a cinque corde, chiamato il “mandoliuto” ); studiò i dialetti e la recitazione; scrisse e rappresentò splendidi dialoghi e scene per burattini. Negli ultimi anni della sua vita si trasferì a Mantova dove si riscoprì scrittore e poeta. Scrisse numerosi sonetti, molti in vernacolo mantovano, in romagnolo e veneziano. Tutti accomunati da una grande semplicità espressiva congiunta ad un’incredibile arguzia. Una poesia fresca e immediata che coglie gli umori, le paure, le gioie e la cultura di un’epoca. Negli anni ’20 diresse l’accademia teatrale Ermete Novelli e, da ultimo, Francesco Campogalliani, diede vita al teatro dialettale mantovano, realizzandone la prima commedia: Chi da nualtar la taca miga – comedia nostrana sensa mignognole (1931).

Il figlio Ettore dedicò a lui, nel ’47, la fondazione dell’accademia filodrammatica Francesco Campogalliani,  che tutt’ora costituisce uno dei simboli culturali della città di Mantova.

 

Riportiamo tre poesie su cartolina scritte da Francesco Campogalliani. Appare scontato precisare che esse debbano essere considerate per l’importanza storico-letteraria e non per la loro valenza politica.

 


Elenco Degli articoli | Pagina Principale | Torna Su


Su di noi
- Chi siamo
- Il nostro progetto
-
Termini e condizioni di utilizzo
- Pubblicità
-
Riconoscimenti

Strumenti
- Collabora con Alidicarta.it
- Feed RSS dei testi di Alidicarta.it
- Bottone Alidicarta.it per la Google Bar
- Alidicarta.it su Facebook
- Press kit
Help
- Contatta lo staff
- Regolamento
- Copyright

© 2001-2017   - Layout, grafica e contenuti sono protetti da diritto d'autore - Vietata la riproduzione - PI:02102630205
Link esterni:
idee regalo | www.codicesconto.com | | Hosting www.dominiando.it