Tutti i testi  |  Ultimi pubblicati  |  Ultimi modificati  | Cerca | Archivio degli autori  | Ricevi il feed dei testi di Alidicarta.it  Feed Rss dei testiRegistrati come autore!

Il twitter degli autori

Caricamento twitter... (reload in caso di blocco)
Fai il login per twittare
mostra/nascondi twitter degli autori

Newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere i testi segnalati e le novità di Alidicarta.it!
Iscrivendoti accetti i termini

Menù Principale

Home Page
Iscriviti gratis
Scrivi il tuo testo
I testi segnalati

Richieste di commento
Archivio articoli e notizie
Blog degli autori
Forum

Categorie Testi

 Poesia
 Opinione
 Narrativa
 Cinema e Teatro
 Epistolare
 Recensione
 Speciale Mantova
 Altro

Su di noi
Chi siamo
Regolamento
Il nostro progetto
Riconoscimenti
Collabora con noi
Contatti

Pubblicità
Copyright

Supportaci!


Statistiche del sito
Autori iscritti: 6155
Testi pubblicati: 380360
Commenti: 225013
Letture totali: 827201997
Letture oggi: 16815
Autori collegati: 367



Intervista a Gaetano Rizzo

Categoria Interviste
Inserita da Admin il 14/08/2007 15.49.51 | Fonte: | Link:

  
Gaetano Rizzo è nato nel 1978 a Nizza Monferrato di Asti, ma il suo cognome tradisce una soleggiata origine meridionale, origine che giocoforza sa rendere la sua poesia genuina ed al tempo stesso intrisa di un gradevole humus energico-sentimentale.


Tra le pagine virtuali di Alidicarta è conosciuto come “GAE” e, a testimonianza della qualità della sua poesia, alcuni suoi componimenti sono stati pubblicati sulla diffusa antologia “L’agenda dei poeti”.


Dopo l’uscita della sua seconda raccolta intitolata “Presenze (ci siamo tutti?)”, edito da OTMA Edizioni di Milano (92 pagg., Euro 8,00), abbiamo deciso di incontrarlo per voi.
Ma facciamogli subito qualche domanda per conoscerlo meglio.


1. Ciao Gaetano, vorrei subito partire in quarta per rompere ogni indugio: esiste un filo conduttore fra il tuo primo libro “La mia vita in una mano” e quest’ultima raccolta?

Ciao a te, cercherò di essere il più chiaro possibile.
Esiste un filo conduttore che unisce le due opere, anche se non sono completamente legate.
Mi spiego meglio: la seconda opera è la naturale evoluzione della prima.
Ovvero, mentre il primo libro raccoglie pensieri e sensazioni vissute in gioventù, e quindi espresse con maggiore rabbia e forza, il secondo tende ad affrontare gli stessi temi, o perlomeno temi simili, con la consapevolezza che viene con l’ età.



2. La tua poesia non ricalca i consueti stereotipi di forma e stile, preferisci utilizzare piuttosto una piattaforma colloquiale, che dia maggior respiro alle tue sensazioni interiori. Perché questa scelta?

Secondo me, la poesia dovrebbe essere un modo per comunicare le proprie sensazioni in modo che il lettore si possa confrontare e rispecchiare nelle stesse.
Per questo motivo spesso mi ritrovo a porre domande dirette o ad interpellare il lettore in modo da rendere più reale l’ espressione dei temi da me trattati.



3. Di solito non amo scomodare i grandi nomi della poesia per banalizzarli in un paragone, a tratti però si respira fra i tuoi versi un vago sentore di misticismo, un approccio “panico” (quindi legato alla natura ed al suo divenire), che mi ricordano da vicino Gibran e Tagore…mi sbaglio?

Ammetto che non ho mai avuto il piacere di leggere Gibran e Tagore, quindi non posso esprimere opinioni, confermo comunque che amo trattare argomenti che riguardano la natura e tutti quegli avvenimenti o popoli che con essa hanno instaurato un rapporto particolare che sfocia di conseguenza in qualcosa di mistico.
Insomma, sono parecchio affascinato da tutto ciò che non si può spiegare ma bisogna accettare per com’è.


4. Dio ti ha dato la gioia di essere padre. Quando parli di tua figlia diventa quasi tangibile l’affetto che nutri per lei, è lì forse il momento dove la tua poesia raggiunge i suoi slanci migliori…

Mi vedo costretto a darti ragione a metà, infatti, anche se non dovrei essere io a giudicare le mie opere, ritengo di raggiungere slanci fortissimi anche in altre poesie che trattano tutt’ altri argomenti.
Ovviamente quando scrivo di mia figlia il comporre le parole mi risulta tanto naturale da far sembrare quelle poesie migliori di altre, forse è solo perché non sono sofferte ma sono espressione di amore puro. 



5. Fra le pagine dei tuoi libri aleggia la presenza di una o più donne, pagine dove diventa palpabile il sentimento puro dell’amore, ma soprattutto la ricerca da parte dell’autore di sicurezza e di conforto. La figura della donna si fa in questo modo panacea lenitiva dei dolori del mondo e dell’uomo. E’ così?

Senza dubbio, ogni persona ha bisogno di un amore al quale aggrapparsi nei momenti più duri e con il quale condividere quelli più belli.
Di conseguenza una persona come me, che a volte affonda nell’ insicurezza necessita di una figura che possa calmare e curare le ferite che ogni giorno ci vengono inferte.
E chi meglio di una donna può guarire un uomo ferito o essere per lui fonte di ispirazione.


6. Nella tua poesia si rincorrono spesso gli ideali di giustizia e di libertà. Questo dà al testo una connotazione di denuncia, che va oltre l’esigenza di esprimere una propria opinione e che riesce a gettare le basi per una sorta di mea culpa in ogni lettore…

Confermo e sottoscrivo: ognuno di noi, io per primo, è colpevole di atti dei quali dovrebbe vergognarsi, io, con la mia poesia, vorrei solo mettere questi fatti sotto la luce del sole per far si che chi li ha commessi possa fermarsi a riflettere se effettivamente ne è valsa la pena.


7. Esiste una differenza nella visione del mondo che possiede Gaetano Rizzo “uomo” e Gaetano Rizzo “poeta”?

C’è una differenza di visione, in quanto il Gaetano Rizzo “uomo” affronta la vita quotidiana in un mondo nel quale è stato gettato e che non ha potuto scegliere, mentre il Gaetano Rizzo “poeta” si rifugia nella poesia, luogo dove può creare un mondo tutto suo e lasciare libero sfogo ad ogni suo pensiero.


8. Insomma che cos’è per Gaetano Rizzo la Poesia, con la “P” maiuscola?

Credo che ci sia un po’ di poesia in mille cose che ci si parano davanti ogni giorno il problema è che spesso non abbiamo il tempo di soffermarci a pensare e di conseguenza di accorgercene.
Per me la poesia è una via di evasione, una medicina che guarisce ogni forma di angoscia a tutti coloro che sappiano comprenderla. 


9. Anche tu, come il sottoscritto e molti altri, hai deciso di autofinanziare la tua raccolta di poesie. Qual è stato finora il riscontro con la critica ed il pubblico?

Purtroppo quelli che come me decidono di avventurarsi in questa foresta corrono costantemente il rischio di perdersi.
Spesso mi sono trovato disarmato di fronte al fatto che la poesia nel corso degli anni sembra aver perso ogni forma di attrazione per la gente.
Nonostante ciò non posso lamentarmi troppo in quanto, partecipando a numerosi concorsi, ho avuto l’ onore di essere premiato più volte e criticato spesso positivamente.
Per quanto riguarda il rapporto col pubblico non ho una grossa esperienza ma ogni qual volta mi sono trovato di fronte ad una platea credo di essere riuscito a destare in loro almeno un po’ di interesse. 



10. Domanda finale d’obbligo: stai lavorando ad una nuova raccolta?

Si, anche se non ti so anticipare quando sarà in uscita. Per quanto riguarda il suo contenuto, no comment…

Un saluto agli amici di Alidicarta!



 

 

Per  ulteriori informazioni e per acquistare i libri di Gaetano Rizzo rivolgetevi direttamente all’autore o contattare l’indirizzo Internet www.agendadeipoeti.com

 


 

Intervista realizzata da Luca Artioli
www.lucaartioli.it


  


Elenco Degli articoli | Pagina Principale | Torna Su


Su di noi
- Chi siamo
- Il nostro progetto
-
Termini e condizioni di utilizzo
- Pubblicità
-
Riconoscimenti

Strumenti
- Collabora con Alidicarta.it
- Feed RSS dei testi di Alidicarta.it
- Bottone Alidicarta.it per la Google Bar
- Alidicarta.it su Facebook
- Press kit
Help
- Contatta lo staff
- Regolamento
- Copyright

© 2001-2017   - Layout, grafica e contenuti sono protetti da diritto d'autore - Vietata la riproduzione - PI:02102630205
Link esterni:
idee regalo | www.codicesconto.com | | Hosting www.dominiando.it